Essere se stessi

normale

Stavo passeggiando nei giardini di un manicomio quando ho incontrato un giovane che stava leggendo un libro di filosofia.

Il suo comportamento e la sua evidente buona salute lo fece risaltare dagli altri ricoverati. Mi sedetti accanto a lui e gli chiesi: ‘Che ci fai qui?’

Mi guardò, sorpreso. Ma vedendo che non ero uno dei medici, ha risposto: “E ‘molto semplice. Mio padre, un brillante avvocato, voleva che fossi come lui. Mio zio, che possiede un grande emporio, sperava che seguissi il suo esempio. Mia madre voleva che fossi l’immagine del suo amato padre. Mia sorella portava sempre davanti a me il marito come un esempio di uomo di successo. Mio fratello ha cercato di allenarmi per essere un buon atleta come lui.

E la stessa cosa è successa a scuola, con l’insegnante di pianoforte e l’insegnante di inglese –  erano tutti convinti e determinati di essere stati il miglior esempio possibile da seguire.

Nessuno di loro mi ha guardato come si dovrebbe guardare un uomo, ma come se guardassero in uno specchio.

Così ho deciso di entrare in questo asilo.

Almeno qui posso essere me stesso.”

( K. Gibran)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog Stats

  • 56,481 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: