Amicizia

La filosofa Hanna Arendt, nel chiedersi se esistano dei modi di vivere umanamente in quei periodi storici chiamati “tempi bui”, sottolinea come proprio il terrore e ogni meccanismo totalitario,  elementi fondanti di ogni regime, annientino i rapporti interpersonali e quindi distruggano la politica intesa come condizione per vivere insieme, “essere in comune”.

Le relazioni fra le persone ed in particolare l’amicizia, costituiscono la scintilla di umanità in un mondo divenuto inumano: “(…) quando l’amicizia non è solo un fenomeno d’intimità, in cui gli amici aprono la loro anima, (…) ma si apre al dialogo che, per quanto intriso del piacere relativo alla presenza dell’amico/a, si  occupa del mondo comune che rimane  inumano finchè le persone costantemente non ne fanno un argomento di discorso tra loro”

Il  dono dell’amicizia, è per la Arendt  “non generica immedesimazione, né accattivante empatia, ma dal sé fare spazio all’altro, con il proprio concreto esistere; è apertura al mondo, amore genuino per il genere umano; è intraprendere il viaggio politico e pubblico verso la diversità in me e fuori di me, accettando il cambiamento di ciascuno/a che ne deriverà.”

(da: Hanna Arendt, L’umanità in tempi bui, Raffaello Cortina, 2006)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog Stats

  • 57,601 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: