Un training per adolescenti

di Maria Grazia Letizia

Il disagio giovanile è una tematica di grande impatto emotivo a causa delle sue numerose implicazioni di natura psicologica e sociale; d’altra parte manca spesso quell’informazione corretta, completa e lo spazio per quello scambio libero di esperienze personali che possono favorire
la scelta di atteggiamenti e comportamenti validi da parte di chi deve
confrontarsi con queste situazioni.

C’è inoltre da considerare il fatto che alla radice delle molteplici manifestazioni del disagio giovanile si trovano basi dinamiche comuni, sia che si tratti di difficoltà di individuazione, comportamenti devianti o antisociali, disturbi del comportamento o fenomeni di
intolleranza nei confronti del diverso.

Il training alla relazione d’intimità è una proposta informativa e formativa, finalizzata alla crescita e all’evoluzione della persona nelle successive fasi e nei diversi contesti della propria esistenza, che tiene conto delle specifiche caratteristiche del destinatario, sia per quanto concerne la sua età sia per quanto riguarda il suo particolare ruolo relazionale e sociale.

Il presente progetto può essere realizzato con il gruppo classe  per affrontare tematiche di tipo sociale (cambio di scuola, cambio di
classe), personale (disagio scolastico, ansia da esami, relazioni con i
coetanei) e riguardanti l’intimità (tematiche legate ai cambiamenti del corpo, alla sessualità e alla relazione con l’altro/a).

La struttura organizzativa, la sede, il calendario, le figure professionali ed i contenuti specifici del progetto saranno calibrati ad hoc ed in base all’analisi dei bisogni dei richiedenti.

Counseling psicologico

Le  persone spesso, più che conclamati disturbi psicopatologici, portano  dubbi, preoccupazioni, blocchi, problemi affettivi, ansie, bisogno di confidarsi, necessità di confronto e di ascolto, ecc. Proprio in tali situazioni più che un intervento psicologico vero e proprio  può essere utile e risolutivo il Counseling psicologico.
Con il Counseling Psicologico cerco di orientare, favorire, sostenere e sviluppare le potenzialità della persona e la sua qualità di vita, agevolando atteggiamenti attivi, propositivi e stimolando le capacità, le consapevolezze e le risorse strettamente personali.
Il numero degli incontri varia da quattro a otto, ciascuno  della durata di 45 minuti.
Questi incontri costituiscono un supporto per favorire,  sostenere e sviluppare le risorse della persona non in conseguenza di problematiche psichiatriche o psicopatologiche, ma per specifiche problematiche quotidiane.
Il mio obiettivo è aiutare la persona ad aiutarsi nel raggiungere una visione più oggettiva e completa del problema, delle sue relazioni e a trovare in prima persona risorse e soluzioni personali.
Inoltre, utilizzo  il Counseling Psicologico ad orientamento sistemico-relazionale non solo per fornire aiuto e supporto alle singole persone, ma anche ai gruppi, per esempio nelle scuole, nelle realtà aziendali e delle organizzazioni, laddove è necessario superare tensioni e difficoltà tra colleghi, le quali possono compromettere il personale benessere e la sfera lavorativa, così come il generale buon andamento gestionale e produttivo dell’azienda stessa.
Il Counseling Psicologico può dunque essere utile per singole persone o per gruppi di individui, in molteplici contesti: coppia, genitori/ famiglia, scuola, azienda, ospedale, università, comunità, casa famiglia, carcere,  palestra, etc..
Le mie esperienze con il counseling riguardano il sostegno individuale con  percorsi di empowerment di studio e lavorativo.
 

Per i contatti clicca qui

Blog Stats

  • 78.788 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: